Trasloco cucina: quanto costa e quando non conviene?

Trasloco cucina: quanto costa e quando non conviene?

È diffuso il pensiero che, quando giunge il momento di traslocare, la cucina debba essere lasciata nella vecchia abitazione, perchè il trasloco della cucina è troppo costoso.

In realtà, molto spesso, non è così. Ci sono situazioni in cui il trasloco della tua cucina è più conveniente che sostituirla.

Vediamo insieme quanto costa traslocare la cucina, quando conviene e quando è meglio lasciare perdere.

Se anche tu hai la necessità di traslocare, ma non sai ancora se ha senso far smontare e rimontare la tua cucina alla ditta di traslochi, allora cercherò di aiutarti in questo articolo.

Trasloco cucina: conviene?

Partiamo dal presupposto che di solito traslocare la cucina — quindi lo smontaggio e il rimontaggio — comporta un aumento del costo finale del trasloco. La cucina è uno degli ambienti più complessi da traslocare e quindi richiede più tempo.

Il trasloco della cucina non può essere affidato a montatori senza esperienza e traslocatori che non sono in grado di usare accorgimenti particolari, soprattutto quando sono necessarie delle modifiche alla cucina.

Per capire se ha davvero senso traslocare la tua cucina, ci sono alcuni aspetti di cui tenere conto.

  • Che tipo di cucina hai adesso?
  • In che condizioni di usura è la cucina che vuoi traslocare?
  • Le misure dell’ambiente della nuova cucina sono adeguate, o serviranno delle modifiche?
  • Quale budget di spesa hai previsto per il trasloco?

Trasloco della cucina: che cucina hai ora?

Ancor prima di valutare le condizioni della tua cucina, devi decidere se la cucina ti piace ancora. Se non ti piace più o non si abbina alla nuova destinazione del trasloco, beh, hai già risolto il dilemma.

Bada bene che non ho parlato dell’età della tua cucina, se è vecchia o se è nuova, perchè spesso ci occupiamo di traslocare cucine che hanno anche trent’anni. Va da se che sono cucine che sono state tenute bene negli anni. Per darti un’idea: l’età media delle cucine che traslochiamo è tra i 6 e gli 11 anni.

Trasloco della cucina: condizioni dei mobiletti

Bene, una volta appurato che la tua cucina starà bene nella nuova abitazione, prenditi dieci minuti per verificare in che stato di usura si trova.

Inizia dando uno sguardo generale degli armadietti, dei pensili (elementi sospesi), del piano di lavoro.

Se non vedi danni o segni di usura evidenti è un buon motivo per tenere ancora la tua cucina.

Adesso verifica che tutti i meccanismi di apertura delle ante (sportelli) e dei cassetti siano funzionanti. In questo caso, se ci fosse qualche cerniera o guida un po’ malandata non preoccuparti: spesso possono essere sostituiti con pochi euro di spesa.

Trasloco cucina: quelle più complesse da traslocare

Solitamente le cucine più difficili da traslocare (e quindi il loro trasloco costerà di più) sono le cucine angolari, cucine in muratura e/o con i piani in marmo o quarzo.

Soprattutto per le cucine con piani in marmo, Okite o quarzo è molto facile che durante lo smontaggio, le alzatine battistraccio possano rompersi a causa della loro fragilità: molto dipende da come sono state posate la prima volta (quanto silicone ci hanno messo).

C’è da dire però, che questo tipo di cucine di solito ha una qualità molto alta, perciò il costo del trasloco sarà sicuramente minore rispetto all’acquisto di una cucina nuova della stessa fascia di qualità.

Trasloco della cucina: lo stato degli elettrodomestici

Naturalmente devi verificare in che condizioni sono gli attuali elettrodomestici della tua cucina.

Nel caso sfortunato di un elettrodomestico che è rotto oppure non funziona più bene, spesso è possibile trovare un nuovo elettrodomestico online a prezzi competitivi.

Anche in questa situazione è evidente che a fronte di poche centinaia di euro di spesa per il trasloco della cucina e l’acquisto di uno o più elettrodomestici nuovi conviene di più rispetto a dover cambiare tutta la tua cucina.

Trasloco della cucina: bisognerà fare delle modifiche?

Verifica con precisione le misure della cucina della tua nuova casa. Controlla quanto misurano le pareti, se ci sono sporgenze dai muri e soprattutto la posizione degli attacchi dell’acqua e del gas.

Sono fattori determinanti per capire se la tua cucina avrà bisogno di essere modificata.

Ci sono due tipi di modifiche possibili: cambiare l’ordine dei mobiletti, oppure cambiare il piano top della cucina.

Cambiare l’ordine dei mobiletti, mantenendo lo stesso piano top è possibile, ma sono casi davvero rari, perchè spostando i vari mobili bisogna far combaciare i buchi esistenti del piano top cucina (cioè quelli per il lavello e i fornelli).

Per quanto riguarda la sostituzione del piano top della cucina è un intervento che può essere eseguito direttamente dalla ditta di traslochi, se specializzata.

Noi di VZ-Traslochi eseguiamo la sostituzione del piano top cucina nello stesso giorno del trasloco, con una spesa che varia dalle 190 alle 450 euro, a seconda delle dimensioni e del tipo di piano top da cambiare.

Trasloco della cucina: conviene se hai un budget per il trasloco superiore alla media

Come ho scritto all’inizio dell’articolo, traslocare la cucina comporta sicuramente un aumento della spesa del trasloco. Si parla di almeno 200 – 400 euro in più rispetto allo stesso trasloco senza cucina.

Ciò detto è fondamentale essere coscienti che traslocare una cucina comporta l’impiego di personale qualificato, che in quanto tale ha un costo superiore di un semplice facchino che sposta scatoloni.

D’altra parte affidare il trasloco della propria cucina a degli inesperti può portare a un rimontaggio fatto male, che ne pregiudicherebbe la funzionalità e la cucina si rovinerebbe molto presto.

A quel punto, le poche centinaia di euro che hai pensato di aver risparmiato, sarebbero una goccia rispetto alla spesa che dovresti affrontare anche solo per far risistemare la cucina da un professionista. Per non parlare della spesa che dovresti affrontare per ricomprare una cucina nuova.

Trasloco cucina: in conclusione

Riassumendo, traslocare la tua cucina conviene solo se:

  • la cucina si trova in buone condizioni
  • la cucina è qualitativamente valida
  • hai un budget che ti permette di traslocare la cucina
  • puoi affidare il trasloco a una ditta di traslochi esperta

Trasloco cucina: come avere un preventivo

Se desideri avere un preventivo personalizzato per il trasloco della tua cucina, puoi rivolgerti ai professionisti della VZ-Traslochi.

È sufficiente fissare un appuntamento, gratuitamente e senza impegno ed un incaricato saprà consigliarti al meglio.

Clicka sul pulsante che trovi qua sotto: si aprirà una pagina con un calendario sincronizzato con i miei altri appuntamenti.

Da lì scegli una data e un orario tra gli slot disponibili, inserisci l’indirizzo del tuo immobile attuale e un numero di telefono per contattarti.

Riceverai la conferma immediata via email e io riceverò un’email con i tuoi dati per poterti raggiungere il giorno e all’ora che hai scelto.

Al termine del sopralluogo della durata di circa 20 minuti riceverai il migliore preventivo per il trasloco della tua cucina e quando ci affiderai il lavoro avrai la sicurezza che il trasloco filerà liscio e senza sorprese.

Freccia

FISSA APPUNTAMENTO

RICHIEDI SUBITO UN PREVENTIVO

DICONO DI NOI

Il nostro orgoglio sono i nostri clienti soddisfatti. Ogni anno entriamo nella casa di oltre 400 famiglie, offrendo loro il massimo delle nostre capacità.

LEGGI TUTTE LE TESTIMONIANZE