Quanto costa un trasloco?

Quanto costa un trasloco?

Ogni trasloco è diverso da un altro, così come le esigenze che può avere un cliente possono essere differenti da quelle di altri.

Per questo è importante capire come viene determinato il costo di un trasloco.

Molti fattori incidono nella formazione del prezzo che determina il costo di un trasloco:

  • distanza tra le abitazioni,
  • quantità di mobili da traslocare e il loro valore,
  • la complessità di montaggio e movimentazione di mobili e pacchi,
  • necessità o meno di ottenere permessi per il posteggio dei furgoni,
  • utilizzo di macchinari e attrezzature particolari,
  • eventuale bisogno di fornitura dei materiali da imballo ecc…

Il primo step: il contatto con una ditta di traslochi

Fai una breve ricerca su internet per conoscere quali sono le aziende che operano nella tua zona (come ad esempio: “ditta traslochi brescia“).

CONSIGLIO DELL’ESPERTO

È sconsigliato affidarsi ai portali cosiddetti preventivatori che ti promettono di metterti in contatto con tre, quattro o addirittura sei aziende diverse: per accaparrarsi il cliente le aziende iscritte fanno leva sul prezzo, dovendo quindi forzatamente farti rinunciare alla qualità del servizio.

Una volta individuati nomi delle aziende di trasloco, visita i loro siti internet, in maniera da informarti su come lavorano e che tipologie di servizio possono offrirti.

CONSIGLIO DELL’ESPERTO

Durante la tua ricerca, verifica che cosa dicono gli altri del servizio ricevuto da ogni ditta di trasloco: cerca le recensioni degli altri clienti. Sono molto importanti e indice di serietà di un’azienda.

Quasi tutte le ditte di trasloco sul loro sito propongono un modulo da compilare per ricevere un preventivo: individua questo modulo e inoltra la tua richiesta all’azienda.

CONSIGLIO DELL’ESPERTO

Ricordati di specificare il maggior numero di informazioni nel modulo di richiesta del preventivo: così l’incaricato traslocatore che ti contatterà avrà già chiari molti aspetti del tuo trasloco e potrà già darti un costo indicativo per il tuo trasloco

Verrai certamente ricontattato telefonicamente dai traslocatori che ti chiederanno alcune informazioni aggiuntive, necessarie per formare un preventivo iniziale. A questo punto avrai un’idea indicativa di costo del tuo trasloco.

Secondo step: il sopralluogo

A seconda delle prime impressioni che ti sarai fatto delle varie aziende con cui sei entrato in contatto, dalle loro recensioni e del budget che hai predisposto per il tuo trasloco, scegli almeno due (l’ideale è tre) ditte a cui far fare una visita gratuita per un sopralluogo.

CONSIGLIO DELL’ESPERTO

Il sopralluogo è fondamentale per la determinazione del costo di un trasloco. Non accettare mai il preventivo di un traslocatore che non abbia visionato i locali da traslocare – a meno che non si tratti di un trasloco piccolo, come ad esempio quello di un divano. Le sorprese potrebbero venire al termine del trasloco, con sovrapprezzi anche esorbitanti rispetto a quanto accordato inizialmente.

Approfitta della presenza del traslocatore a casa tua per fargli tutte le domande che possono aiutarti a chiarirti i dubbi riguardo al tuo trasloco. In questo modo non solo potrai capire se veramente ha le competenze tecniche per portare a termine il lavoro, ma avrai anche preziose informazioni.

CONSIGLIO DELL’ESPERTO

Non dimenticarti di mostrare tutti gli ambienti, gli arredi, eventuali pezzi particolarmente pesanti o ingombranti – come pianoforti, casseforti. Ricordati anche di specificare che tipo di servizio ti aspetti di ricevere: non tutte le aziende offrono lo stesso tipo di servizio.

Terzo step: il preventivo di costo del trasloco:

Una volta effettuato il sopralluogo presso la tua abitazione, il traslocatore:

  • avrà preso visione degli ambienti, degli arredi e dei materiali da traslocare (il cosiddetto inventario)
  • avrà individuato eventuali necessità particolari, come l’uso di autoscale per traslochi
  • si sarà consultato con te sui servizi di cui necessiti (es: smontaggio e rimontaggio dei mobili, modifiche eventuali della cucina ecc..)

A questo punto, ottenute tutte le informazioni necessarie, ti trasmetterà un preventivo dettagliato via email o tramite una pagina online dedicata del suo sito.

CONSIGLIO DELL’ESPERTO

Verbam volant scripta manent dicevano i latini. Non prendere nemmeno in considerazione i traslocatori che non mettono nero su bianco il preventivo.

Verifica in dettaglio il preventivo di trasloco che hai ricevuto.

Sebbene la prima cosa da controllare è il prezzo, poni la tua attenzione su questi elementi fondamentali del preventivo:

Data e numero del preventivo

Sembrerà banale, ma già questo è il primo segno di professionalità di un’azienda: avere i preventivi archiviati per data e numero è sinonimo di capacità organizzativa. Inoltre la data e il numero di un’offerta sono il miglior modo per identificarla in modo univoco in futuro.

Servizi offerti

In questa parte del preventivo, che non deve mai mancare, il traslocatore indica quali servizi sono compresi nel prezzo proposto e quali invece sono esclusi.

Non trascurare questo aspetto: alcuni traslocatori disonesti usano il trucco del non citare che servizio includono, lasciando così libera interpretazione al momento del trasloco. Inutile dire che quando il cliente scopre che dovrebbe ad esempio rimontare da solo i suoi mobili, oramai sarà tardi.

Inventario del materiale da traslocare

Sia tu che il team dei traslochi deve avere ben chiaro il materiale e gli arredi che sono oggetto del trasloco. Pertanto è obbligatorio avere per iscritto quali ambienti, arredi, soprammobili, elettrodomestici, pacchi o altro dovranno essere di competenza del traslocatore.

Costo del trasloco

Ultimo ma tra i fattori ovviamente più rilevanti c’è il prezzo del trasloco.

Deve essere scritto in evidenza e non lasciare spazio a dubbi. Laddove ci siano dei servizi opzionali sui quali hai chiesto di dover ragionare, questi devono essere indicati chiaramente – e se sono compresi o meno nel costo finale indicato.

Oltre al prezzo, un buon preventivo deve anche avere l’indicazione della modalità di pagamento. Alcune ditte di traslochi richiedono un acconto, altre richiedono di essere pagati solo a trasloco completato.

– Sì ma quanto costa un trasloco?

Dopo averti spiegato quali sono i passaggi per scoprire il costo del tuo trasloco ecco di seguito alcuni esempi di tariffe di trasloco della VZ Traslochi.

Come avrai capito leggendo l’articolo, si tratta di cifre indicative, da confermare richiedendo un sopralluogo gratuito.

BILOCALI
Con smontaggio e rimontaggio degli arredi

Ad esempio, cucinotto, sala e camera da letto

a partire da 219€

TRILOCALI
Con smontaggio e rimontaggio degli arredi

Ad esempio, cucina, sala, camera da letto e cameretta

a partire da 439€

QUADRILOCALI
Con smontaggio e rimontaggio degli arredi

Ad esempio, cucina, sala, camera da letto, 2 camerette

a partire da 679€

VILLETTE
Con smontaggio e rimontaggio degli arredi

Ad esempio, cucina, sala, camera da letto, 2 camerette, taverna

a partire da 799€

RICHIEDI SUBITO UN PREVENTIVO

Richiedendo un preventivo a VZ Traslochi avrai la certezza di avere il migliore servizio sul mercato al prezzo più concorrenziale in rapporto alla qualità del servizio offerto.

Al momento del sopralluogo è importante mostrarci TUTTO ciò devi traslocare, e i servizi che ti aspetti di ricevere.

RICHIEDI SUBITO UN PREVENTIVO

DICONO DI NOI

Il nostro orgoglio sono i nostri clienti soddisfatti. Ogni anno entriamo nella casa di oltre 400 famiglie, offrendo loro il massimo delle nostre capacità.

    LEGGI TUTTE LE TESTIMONIANZE